Crea sito

Torta soffice alle noci

Girando per il web mi sono imbattuta in questa torta soffice alle noci 8la ricetta potete trovarla qui). Mi ha ispirato subito e considerato che in dispensa era rimasta un po’ di frutta secca l’ho subito provata e devo dire che è piaciuta molto.

I miei ingredienti:

100 gr. di noci brasiliane (giacevano da natale nella dispensa)
200 gr. di zucchero
250 gr. di panna liquida fresca
250 gr. di farina 00
1 pizzico di sale
2 cucchiai di olio di semi
1 bustina di lievito per dolci.

Io ho fatto tutto con il Kenwood Chef. Come si può notare dall’assenza di pezzi di frutta nella foto,  l’omogeneizzatore funziona anche troppo bene………….le noci sono diventate crema. Comunque basta tritare grossolanamente le noci (la prossima volta ci sto più attenta anch’io).

Montare bene le uova con lo zucchero e il sale nell’impastatrice. Aggiungere la panna, l’olio, la farina e il lievito mescolando a mano con una spatola dall’alto verso il basso. Da ultimo unire le noci tritate.
Ungere una tortiera con il burro e infarinare.
Mettere in forno a 160/170 gradi per 60 minuti circa (d’obbligo come al solito la prova stecchino).

Perle di acqua dolce

Oggi vorrei parlarvi delle perle di acqua dolce o perle di fiume. Sono le perle che vengo maggiormente utilizzare per creare bijoux non di gioielleria soprattutto per il loro costo abbordabile. Nel mio caso specifico preferisco queste perle perchè si possono trovare in forme, dimensioni e colori molto diversi che ben si prestano a lasciare andare la fantasia per trovare accostamenti e bijoux sempre diversi.

(da Perla.Tv)Nella coltura delle perle di acqua dolce, i molluschi all’età da 6 a 12 mesi vengono stimolati alla secrezione della madreperla non mediante innesto di nucleo, ma mediante un intervento di micro incisioni del mantello del mollusco nelle quali vengono inseriti dei frammenti di mantello carnoso di un mollusco “donatore” che viene avvolto e incorporato per dar vita al sacco dove sarà generata la perla. Generalmente vengono eseguite 12-16 inserzioni per valva al fine di ottenere una produzione di 24-32 perle contemporaneamente. Dopo l’inserzione il mollusco viene riposto nel suo ambiente in acqua dolce per 2-6 anni. Le perle risultanti sono composte di solida madreperla, ma siccome non hanno un nucleo solido attorno al quale secernere la madreperla, la forma risultante di queste perle è solo raramente rotonda….. Negli ultimi anni i cinesi sono riusciti a ottenere i migliori risultati in termini di rotondità e qualità della madreperla. Hanno talmente studiato e analizzato il problema al punto di  eguagliare la qualità delle perle di acqua di mare, e la brillantezza delle perle di acqua dolce di oggi è tale che solo una persione del mestiere puo’ distinguere le perle di acqua dolce da quelle di acqua salata. Una volta si ottenevano perle come grani di riso, oggi si ottengono perle ben rotonde che possono raggiungere, anche se raramente, il diametro di 16 mm come le perle australiane, senza avere il prezzo di queste ultime.

E adesso vi presento la mia collezione di perle di acqua dolce che aspettano di essere trasformate in bijoux 

perle di acqua dolce

La domenica a Milano

Sono appena tornata dall’Olanda e cosa faccio la domenica anzichè farmi un bel pisolo?????? Beh un bel giretto a Milano per incontrare le mie amiche e colleghe moderatrici di GialloZafferano in redazione. Una giornata di lavoro divertente “condita” da un bel pranzetto.  Devo dire che mi piacciono queste riunioni di lavoro…..ma proprio tanto tanto. Speriamo di ritrovarci ancora molto presto.

Io alias Paperella

Io, la supercapo Deborah e Ornella alias [email protected]

Marika alias Makita e la nostra supermod Martina alias MartinaS

Donatella alias Dadaumpa e Antonella alias Anto69

La postazione di lavoro e………..

La postazione di ristoro!!!!!!

E per chiudere un caro saluto a Betty e Susy che per motivi familiari non hanno potuto essere con noi ma con cui ci siamo collegate via msn. Sarà sicuramente per la prossima volta. Ciao a tutte!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Pendente di madreperla e perle in vetro

Questo pendente di madreperla e perle in vetro è uno dei primi lavori che ho fatto. Anni fa, camminando in riva al mare, ho trovato un pezzo di madreperla e, per la sua forma particolare e per i suoi colori, mi è subito venuta l’idea di farne un pendente. Come non lo sapevo ancora. Tornata a casa dalle ferie, ho cominciato a spulciare i vari libri di perline e ho trovato la soluzione: utilizzare un filo d’argento per ingabbiarlo per poi appenderlo al cordoncino. Per lo stile del pendente ho preferito montarlo su un gruppo di cavetti scuri e ho arricchito il tutto con perle in vetro madreperlate. 

pendente di madreperla

Pizza alle fragole

Tante volte le cose più buone nascono per caso come questa pizza alle fragole. Mettete una serata tra amici e parenti, un forno per la pizza………mia cognata mette lo zucchero sulla pasta della pizza stesa pronta ad entrare in forno e poi saltano fuori le fragole. A questo punto cosa si fa??????????

Ingredienti (si possono utilizzare anche per la mdp):

150 ml di acqua

1/2 cucchiaino di sale

2 cucchiai di olio d’oliva

300 gr. di farina bianca

1/2 bustina di lievito per pizza

Per la guarnizione:

zucchero

olio

fragole

Mettere nell’ordine indicato gli alimenti nella mdp e avviare il programma impasto. Se si vuole fare a mano, impastare tutti gli ingredienti della pasta e lasciare lievitare in luogo tiepido per 1 ora circa.

Stendere la pasta molto sottile, ungere leggermente con olio evo, cospargere di zucchero e infornare. Tenete conto che il comune amico ha in casa un forno a legna da pizzeria (che naturalmente tutti gli invidiano!!!)

Quando è cotta mettere le fragole tagliate a metà e servire.