Crea sito

onice

Collana perle

collana perle

La collana perle onice e corallo è un accessorio molto versatile. Le varie perle che la compongono e il loro colore rendono la collana perle onice e corallo indossabile su tantissimi outfit.

Il rosso acceso delle perle in corallo bambu tagliate a dado contrastano con la forma tondeggiante e con il bianco delle perle d’acqua dolce e, divise da intercalari color argento, le perle sfaccettate in onice risaltano nell’insieme.

Ci sono perle che hanno forme così particolari, come i cubi di corallo bambu che ho utilizzato in questa creazione, che, nonostante mi piacciano molto, trovo difficoltoso abbinare perchè generalmente risultano troppo importanti secondo i miei gusti e sento la necessità di smorzare questa sensazione. Nella collana perle onice e corallo ho trovato il sistema per addolcire l’importanza delle perle in corallo abbinando le perle di fiume che hanno una forma morbida.

Per il colore invece, ho voluto uno stacco deciso con il nero dell’onice: poco e nei posti giusti quasi non si nota ma fa risaltare i motivi ricorrenti di corallo e perle.

Trovato l’equilibrio, vi posso garantire che la collana perle onice e corallo l’ho già indossata tante volte e con abbigliamenti differenti anche se l’abbinamento che preferisco è su una semplice camicia bianca lasciata aperta di un paio di bottoni.

Braccialetto in onice

braccialetto in onice

Il braccialetto in onice è un’altra mia creazione in collaborazione con House of gem. Quando ho cominciato a guardare nel loro sito sono rimasta subito colpita da queste bellissime pietre in onice con gli inserti in cristalli: sono classiche e particolari nello stesso momento e anche molto eleganti. Ho quindi pensato di abbinarle a perle in madreperla e, per dare ancora più luce al bracciale in onice, ho inserito degli intercalari con cristalli.

Per il braccialetto in onice vi serve (il materiale è per un braccialetto per un polso di 16 cm.: se il vostro fosse più grande aumentate in numero pari il numero delle perle in madreperla):

3 perle in onice con cristalli
2 intercalari con cristalli da 6 mm
16 perle in madreperla da 8 mm
1 perla in madreperla da 6 mm
cavetto in acciaio ricoperto
2 schiaccini
2 coprischiaccino
1 catenella da allungamento
3 anellini aperti
un moschettone

braccialetto in onice 1

L’esecuzione è semplice: inserite uno schiaccino e un coprischiaccino da un lato del cavetto e chiudete il coprischiaccino. Cominciate ad inserire 8 perle in madreperla e poi quelle in onice, inserendo gli intercalari in cristallo.

braccialetto in onice 2

Dopo le perle in onice continuate con le perle in madreperla e chiudete con coprischiaccino e schiaccino.

A questo punto inserite da un lato un anellino e il moschettone e, se siete sicure della misura, un anellino dall’altra parte. Se invece avete dei dubbi vi consiglio di inserire una catenella di allungamento e, per renderla più elegante, ad una estremità inserite una perla in madreperla più piccola.

braccialetto in onice 3

Inseritelo dalla parte del braccialetto in onice opposto a quello del moschettone e ……………….. indossatelo!!!!

Collana lunga in pietra dura

collana lunga in pietra dura

La collana lunga in pietra dura è una creazione nata per caso. Avevo finito un’altra collana e, come al solito, avevo materiale sparso ovunque (sono una persona molto ordinata!!!). Mentre cominciavo a mettere a posto mi è scappato l’occhio verso tutte le perle che avevo in giro e ho notato che tutti quei colori stavano bene insieme. Si trattava di dare un senso a tutte quelle perle. Nasceva così la collana lunga in pietra dura.

La pietra del sole, l’occhio di tigre, l’onice e i cristalli azzurri li ho intervallati con perle di fiume legate tra di loro con nodo ad orefice, e per alleggerire l’insieme ho unito le sequenze di perle con una doppia catenella molto fine inframmezzata a piccole perle in corniola e cristalli trasparenti.

Il risultato è una lunga collana, da portare almeno a due giri: una collana che da sola veste molto e quindi il modo migliore di indossarla è un abbigliamento semplice. In inverno un dolcevita in contrasto di colore, in estate ci vedo una semplice camicetta bianca.

Collana con onice e giada

Collana con onice e giada

 

La collana con onice e giada ha una storia un po’ particolare e, visto che siamo a Natale e la storia è a lieto fine, premettetemi per una volta di essere magari un po’ retorica e sdolcinata (il che non è propriamente nelle mie corde) e lasciate che ve la racconti.

C’era una volta (si comincia sempre così no? 😉 ) un filo di onice e giada che mi guardava dal video del pc. Non mi convinceva completamente però l’ho comprato lo stesso pensando che comunque avrei potuto utilizzare le pietre per due creazioni differenti ed è finito, quasi dimenticato, in una delle mie scatole di pietra dura.

Una ventina di giorni fa frugando nelle scatole in cerca di un’ispirazione mi è capitato in mano il filo e …. ecco l’illuminazione: una mia Amica (e la A maiuscola è voluta) verso natale compie gli anni. Il filo trasformato in collana con onice e giada sarebbe stata sua e non perchè siamo abituate a scambiarci regali anzi, ma perchè, a parte che è un’amante dell’onice la sua pietra (un capricorno testardoooooooooooooo), è un’Amica di quelle che capitano molto raramente nella vita. Una persona con cui ho lavorato, chiacchierato a fiume e con cui mi sono anche scannata ma con rispetto reciproco e sempre cercando di capire l’altra, spiegandosi senza peli sulla lingua e senza giudicarsi. 

Considerato che la “persona in oggetto” crede nel karma, si può dire che questo filo, che non mi convinceva, doveva essere destinato a lei e la collana con onice e giada è già nelle sue mani 

Tanti tanti auguri Amica 😉

Collana lunga in onice e perle di Boemia

collana lunga

Questa collana lunga in onice e perle di Boemia è la seconda collana che ho creato per la mia amica di cui vi avevo parlato qui. Per differenziare il più possibile le due collane, la soluzione migliore è stata crearne una lunghissima e da annodare. In sostanza lo stile è lo stesso: stesso colore, stesse perle in onice e perle di Boemia e stessi inserti in metallo argentato ma cambia completamente la forma. Questa è lunga più di 2 metri per cui è possibile non solo annodarla davanti ma, se pensiamo ad un abbigliamento estivo senza colletti, possiamo prima arrotolarla intorno al collo e poi annodarla. Le perle di Boemia e onice sono di forme diverse per dare movimento alla collana e non renderla troppo uniforme altrimenti, secondo i miei gusti, sarebbe sembrata “noiosa”.

“Le materie prime fondamentali per la produzione del vetro sono le sabbie per vetrerie (fondibili). Si tratta di minerali granulari, di un colore chiaro o persino bianco (sabbie silicee, o arenarie poco solide). Oltre al quarzo, assolutamente dominante, le sabbie per vetrerie contengono anche grani di altri minerali – per la maggior parte spati, miche e cosiddetti minerali pesanti (ad esempio: granato, zircone, tormalina, magnetite). Come legante di solito vengono utilizzati minerali argillacei (per esempio caolinite). I più grandi e importanti giacimenti delle sabbie per vetrerie in Repubblica Ceca sono concentrati nel giacimento gessoso boemo. La Repubblica Ceca ha per la produzione del cristallo le migliori condizioni ed è proprio questo il motivo per cui i suoi prodotti di vetro raggiungono livelli mondiali.” (testo da CZ COT)