Crea sito

perle di fiume

Perle di fiume rosa e occhio di tigre

Di questo girocollo in perle di fiume rosa e occhio di tigre mi piace soprattutto l’accostamento dei colori. L’occhio di tigre è una varietà di quarzo compatto, microcristallino, con inclusioni fibrose di amianto, danno luogo, a seconda del colore, a piacevoli effetti di luce, per cui ricordano gli occhi di alcuni animali, anche se talora l’accostamento zoologico è del tutto immaginario. La varietà giallo fulvo, come le perle della collana abbinate a piccole perle di fiume rosate, è occhio di tigre.

perle di fiume rosa

Normalmente è tagliato a superficie curva se impiegato come gemma o serve per oggetti ornamentali diversi. L’occhio di tigre proviene dal sudafrica.

(testo tratto da “Pietre dure e pietre preziose”. Giunti Ed.)

Perle di acqua dolce

Oggi vorrei parlarvi delle perle di acqua dolce o perle di fiume. Sono le perle che vengo maggiormente utilizzare per creare bijoux non di gioielleria soprattutto per il loro costo abbordabile. Nel mio caso specifico preferisco queste perle perchè si possono trovare in forme, dimensioni e colori molto diversi che ben si prestano a lasciare andare la fantasia per trovare accostamenti e bijoux sempre diversi.

(da Perla.Tv)Nella coltura delle perle di acqua dolce, i molluschi all’età da 6 a 12 mesi vengono stimolati alla secrezione della madreperla non mediante innesto di nucleo, ma mediante un intervento di micro incisioni del mantello del mollusco nelle quali vengono inseriti dei frammenti di mantello carnoso di un mollusco “donatore” che viene avvolto e incorporato per dar vita al sacco dove sarà generata la perla. Generalmente vengono eseguite 12-16 inserzioni per valva al fine di ottenere una produzione di 24-32 perle contemporaneamente. Dopo l’inserzione il mollusco viene riposto nel suo ambiente in acqua dolce per 2-6 anni. Le perle risultanti sono composte di solida madreperla, ma siccome non hanno un nucleo solido attorno al quale secernere la madreperla, la forma risultante di queste perle è solo raramente rotonda….. Negli ultimi anni i cinesi sono riusciti a ottenere i migliori risultati in termini di rotondità e qualità della madreperla. Hanno talmente studiato e analizzato il problema al punto di  eguagliare la qualità delle perle di acqua di mare, e la brillantezza delle perle di acqua dolce di oggi è tale che solo una persione del mestiere puo’ distinguere le perle di acqua dolce da quelle di acqua salata. Una volta si ottenevano perle come grani di riso, oggi si ottengono perle ben rotonde che possono raggiungere, anche se raramente, il diametro di 16 mm come le perle australiane, senza avere il prezzo di queste ultime.

E adesso vi presento la mia collezione di perle di acqua dolce che aspettano di essere trasformate in bijoux 

perle di acqua dolce