Uovo Fabergé ….. simil Fabergé

uovo fabergé

 

L’uovo Fabergé è nato in Russia nel 1885 e fu commissionato all’orafo Fabergé dallo zar Alessandro III come sorpresa per Pasqua alla moglie. Piacque così tanto alla zarina che l’orafo fu nominato gioielliere di corte. Da allora ne sono stati costruiti 57, tutti in oro massiccio, smalti e pietre preziose. Il loro valore, sia i preziosi usati sia per il lavoro della realizzazione, è altissimo: un uovo Farbergé è stato battuto all’asta nel 2007 da Christie’s Londra per circa 13,5 milioni di euro. Solo 21 di queste splendide uova sono rimaste in Russia ed esposte al museo del Cremlino: le altre sono tutte in mani di privati.

Il mio uovo Fabergé, anzi per meglio dire simil Fabergé, naturalmente non è in oro massiccio, non è smaltato e non ha pietre preziose ma, nel mio piccolo, ho avuto la soddisfazione di riuscire a crearne uno. Non è stato facile arrivare a capire come avrei dovuto farlo: la parte più complicata è stato il materiale dell’uovo. Alla fine ho optato per un uovo di plastica per decoupage e l’ho dipinto con l’acrilico ce ne sono volute 6 mani per riuscire a coprirlo bene.

Poi si è trattato di decorarlo. Per non esagerare con l’applicazione di troppe decorazioni, ho deciso di attaccare con la colla a caldo una catena di swarovski e perle cercando di creare un motivo simmetrico. Direi che il risultato finale è soddisfacente: non è economicamente prezioso ma lo è per me.

uovo fabergé 2