Crea sito

Mese: Gennaio 2014

Collana con perle di acqua dolce

Per la collana con perle di acqua dolce ho scelto di utilizzare le perle in due colori: bianche e grigie. Sono perle piccole, al massimo di 6 mm….. traduzione un lavoraccio. Le ho concatenate una ad una alternandone i colori.

Il fatto che non fossero molto grandi mi ha permesso, anche per dare corpo e arricchire la collana con perle di acqua dolce, di inserire un ciuffo pendente come continuazione della collana. Anche la chiusura sul davanti, con il moschettone in bella vista, contribuisce ad rendere più ricca e particolare la collana.

Quello che mi piace di più delle perle che ho utilizzato in questa collana è il loro oriente e la loro forma: non sono perle regolari, sembrano quasi piccole pepite e, soprattutto quelle grigie, sembrano fatte d’argento. I riflessi dei colori di queste perle sono eccezionali tanto che ho fatto molta fatica a fotografarle perchè prendevano tutti i riflessi provenienti dall’ambiente. 

Ammetto di avere un debole per le perle, “malattia” molto comune tra le donne: hanno un’eleganza, una dolcezza di forme che difficilmente si possono trovare in altre perle. Però per tutti i colori della pietra dura, mi sento sempre più attirata da quest’ultima. Forse il mix giusto è l’abbinamento delle due: perle di acqua dolce e pietra dura. E voi? dove va la vostra scelta? Nel frattempo vi lascio ad ammirare questa collana con perle di acqua dolce in attesa della prossima creazione.

girocollo con perle tensha

Il girocollo con perle tensha è la seconda versione che ho realizzato con queste meravigliose perle giapponesi che ho acquistato al Mondo Creativo di Bologna dalla mia amica Barbara di Babou.

La descrizione di queste perle e la loro realizzazione la potete trovare qui, dove potete anche ammirare la prima collana creata con questi gioielli.

Ma torniamo a questo girocollo con perle tensha: ho scelto di abbinare le perle con lo stesso disegno ma con il fondo leggermente diverso (la perla centrale e quelle ovali laterali sono rosate, quelle tonde in mezzo hanno il fondo bianco) a mezzicristalli rosa tenue concatenate con il nodo ad orefice e per completare il girocollo ho scelto di inserire un elemento in stoffa. Tre fili in materiale diverso, raso codina di topo e organza, fatti passare in un anello da legare dietro al collo. Ho studiato questa realizzazione perchè il colore chiaro della stoffa sarebbe stato da lavare prima o poi. Così i nastri si possono facilmente sfilare e lavare ma non solo: nella prima foto ho accostato i nastrini in un colore rosa tenue. In questa sotto ho abbinato i nastri negli stessi materiali ma in colore beige

tensha

Nonostante l’accostamento sia in entrambi i casi azzeccato, i due differenti colori dei nastri danno al girocollo con perle tensha una interpretazione differente: in quella con i nastri rosa la creazione risulta molto giovanile e adatta ad un abbigliamento casual. La seconda la trovo più elegante e adatta ad un abbigliamento più serio.

Voi cosa ne pensate?

pendente swarovski

 

Il pendente swarovski è nato mentre giravo le pagine del sito Perles and co. , sito dal quale compro spesso, in cerca di qualcosa di particolare. 

Questi componenti Swarovski Elements mi hanno colpito per la loro bellezza. Inizialmente avevo visto solo il componente più grande poi, continuando a girare senza meta, ho scoperto che ce n’erano di diverse misure. A questo punto è nata l’idea di unirli in un pendente a scalare . Per unirli ho utilizzato delle perline in metallo argentato seguendo lo schema che potete trovare qui. Un gancio per pendenti in swarovski e una semplice catenella d’argento a girocollo completano la creazione del pendente swarovski.

Ecco in primo piano questa meraviglia: d’altronde quando si parla di swarovski non si può che creare qualcosa di bello. Semplice, elegante questo girocollo attira subito l’attenzione. Si indossa bene sia con uno scollo, sulla pelle, che sopra un semplice maglioncino girocollo: arricchisce l’outfit più semplice e completa quello più elaborato.

pendent swarovski

collana in perle rosate

La collana in perle rosate è stata creata per una persona che mi aveva chiesto un bijoux da abbinare ad una camicetta che aveva appena comprato e non sapeva cosa metterci.

Mi sono fatta mandare la foto per avere un’idea dei colori della camicetta: devo dire che quando l’ho vista a momenti mi mettevo la mani nei capelli. Il tessuto era un voile, quindi leggerissimo e il disegno erano fiori nelle tonalità di rosa più o meno scure su uno sfondo grigio perla. Sinceramente mi ha messo un po’ in crisi: la collana avrebbe dovuto essere leggera ma allo stesso tempo doveva risaltare tra le pennellate di colore della camicetta e, naturalmente, doveva abbinarsi ai vari colori.

Ho pensato che la soluzione migliore fosse prendere un solo colore come riferimento: il rosa. Le perle in vetro madreperlate color rosa baby e ciclamino mi hanno dato la “lucentezza” necessaria per far risaltare la collana in perle rosate tra le pennellate grigie.

Per dare il senso di leggerezza ho scelto di costruire la collana a blocchi: gruppi di perle e parti in catena si susseguono lungo tutta la collana che è abbastanza lunga da essere portata a due giri. Insieme alla collana ho realizzato anche il braccialetto abbinato. Ed ecco la collana in perle rosate indossata: la foto è un po’ piccola ma per la privacy ho tagliato tutto ciò che avrebbe potuto ricondurre alla persona.

camicia

parure in perle di fiume e agata

 

La parure in perle di fiume e agata è una creazione nata per una persona che, senza pormi nessun limite di colore o materiale o altro, voleva farsi il regalo di Natale.

E’ partito tutto dalla perla in agata centrale: mi piaceva l’idea di realizzare una parure che ruotasse intorno a questa perla. L’abbinamento migliore che mi è venuto in mente è stato quello con le perle di fiume. Ho scelto quelle rosate perchè quelle bianche creavano un contrasto di colore troppo forte: con queste la parure in perle di fiume e agata risulta essere più delicata. Due fili di perle , uno infilato nell’agata centrale e due che girano intorno alla perla e poi semplicemente intrecciati, formano il girocollo. 

Naturalmente in un parure non possono mancare il braccialetto e gli orecchini. Purtroppo la perla in agata era tropo grande rispetto al polso della persone che me l’aveva richiesta per poter essere inserita nel braccialetto. Così ho scelto di inserire delle perle in vetro madreperlate nello stesso colore del centrale in agata. Nel braccialetto a 3 fili, per richiamare i 3 fili del girocollo, le perle in vetro sono state inserite solo nel filo centrale, mentre negli orecchini sono state usate come chiusura del pendente. 

Una volta indossato il colore della parure in perle di fiume e agata è risultato pienamente azzeccato anche con il colore della pelle della persona che mi ha richiesto questa creazione.