Crea sito

Pietra dura

collana con turchese 1

La collana con turchese è stata molto sofferta e nata per caso. Era tempo che avevo voglia di usare il turchese in una delle mie creazioni ma purtroppo trovo sia molto difficile da abbinare per il suo colore. In più queste perle sono molto grandi quindi tutte le volte che tiravo fuori il turchese regolarmente ritornava nella scatola senza che l’idea giusta fosse nata.

Poi, per caso, in uno dei miei “raid” nel web ho acquistato delle perle di cotone di una dimensione troppo grande rispetto a quella di cui avevo bisogno. In più in casa ne avevo altre leggermente più piccole e più bianche. Così ho ripreso in mano le perle di turchese e ho cominciato ad accostare turchese, perle di cotone ed elementi color argento fino a quando ecco che la collana con turchese era nata.

In più ho creato una specie di collana con turchese “double face”: se indossata da una parte si presenta come nella foto in alto, indossata dall’altra ecco che l’effetto cambia.

collana con turchese

Se portata in un modo il turchese è quasi tutto concentrato nella parte in basso, nell’altra il turchese è più distanziato e vengono messe in risalto soprattutto le perle di cotone e gli elementi color argento. 

collana perle

La collana perle onice e corallo è un accessorio molto versatile. Le varie perle che la compongono e il loro colore rendono la collana perle onice e corallo indossabile su tantissimi outfit.

Il rosso acceso delle perle in corallo bambu tagliate a dado contrastano con la forma tondeggiante e con il bianco delle perle d’acqua dolce e, divise da intercalari color argento, le perle sfaccettate in onice risaltano nell’insieme.

Ci sono perle che hanno forme così particolari, come i cubi di corallo bambu che ho utilizzato in questa creazione, che, nonostante mi piacciano molto, trovo difficoltoso abbinare perchè generalmente risultano troppo importanti secondo i miei gusti e sento la necessità di smorzare questa sensazione. Nella collana perle onice e corallo ho trovato il sistema per addolcire l’importanza delle perle in corallo abbinando le perle di fiume che hanno una forma morbida.

Per il colore invece, ho voluto uno stacco deciso con il nero dell’onice: poco e nei posti giusti quasi non si nota ma fa risaltare i motivi ricorrenti di corallo e perle.

Trovato l’equilibrio, vi posso garantire che la collana perle onice e corallo l’ho già indossata tante volte e con abbigliamenti differenti anche se l’abbinamento che preferisco è su una semplice camicia bianca lasciata aperta di un paio di bottoni.

agata e ametista

Le perle di agata e ametista che ho utilizzato per questa collana facevano parte della mia “raccolta” ed erano in attesa dell’idea giusta per diventare un bijoux. Il filo di ametiste viola, che in foto non risalta, è cristallizzato.

La spettacolare caratteristica è che le perle sono state intagliate dove la pietra dura (nera) cristallizza, quindi risulta in parte nera e opaca e in parte cristallizzata, e colorata: unirle una ad una con il nodo ad orefice era il sistema migliore per farne risaltare entrambe le parti diverse. Nonostante siano abbastanza grandi (circa 14 mm) e molto cristallizzati, questo sistema non bastava a dare risalto alle perle.

A questo punto entra in gioco la perla di agata: chiara e posizionata su un lato della collana risalta sullo scuro delle ametiste e ne richiama la parte chiara. Trovo che l’unione delle perle di agata e ametista sia un matrimonio perfetto.

Trovo che questa collana di agata e ametista si possa indossare, stando attenti ai colori naturalmente, sia su un abbigliamento elegante sia sportivo ma non elaborato.

Nella prossima foto ho cercato di rendere al meglio l’effetto dell’ agata e ametista. Spero di esserci riuscita

agata e ametista 1

cristalli rossi

Cristalli rossi, corallo bambù e swarovski per la prima creazione del 2015.

Questa collana è nata ieri mentre ascoltavo il Concerto di Capodanno da Vienna: l’allegria che mi trasmetteva e la voglia di sperare che quest’anno sia sempre megliore dell’anno che è appena passato, mi ha ispirato una collana naturalmente rossa, colore che nella nostra tradizione, porta fortuna.

Ho scelto i cristalli rossi perchè sono brillanti e li ho abbinati al corallo bambù per avere un contrasto di materiali. Per finire piccoli biconi swarovski, alternati alle altre perle, per dare luce a tutta la collana e ancora più brillantezza: a chi non piace avere qualcosa di brillante a Capodanno? Ho infilato tutte le perle su un cavetto d’acciaio.

Prima che il concerto finisse la collana con i cristalli rossi era terminata e pronta per essere indossata come porta fortuna per l’anno nuovo e naturalmente, vi auguro che il vostro 2015 sia meraviglioso.

girocollo in agata viola

Il girocollo in agata viola che vi presento oggi nasce dall’unione di grandi perle, che formano la parte centrale, a perle sfaccettate che formano il resto del bijoux.

Sarà che sono un po’ fissata con la luminosità, fatto sta che tra le grandi perle di agata viola ho inserito degli swarovski color cristallo. Provate ad immaginare il girocollo senza gli swarovski: risulterebbe troppo pesante perchè le perle sarebbero tutte attaccate e non si noterebbe neanche la forma ovale del centrale rispetto a quella tonda di quelle laterali.

Per il resto del girocollo in agata viola ho usato perle sempre in agata viola ma sfaccettate e leggermente cracklè unite tra di loro con nodo ad orefice.

La lunghezza invece si è “decisa da sola”….. nel senso che all’inizio avevo pensato ad una collana lunga ma, provando ad indossarla mentre la creavo, mi sono accorta che questa del girocollo era la lunghezza esatta per far risaltare le perle in agata viola centrali e non rendere troppo pesante tutto il bijoux.