Crea sito

Pietra dura

collana in quarzo fumè

La collana in quarzo fumè è una creazione che coniuga eleganza ed estrosità. Il colore delle perle in quarzo fume’ e gli elementi argentati danno il tono elegante mentre i ciuffetti di perle tonde in quarzo fume’ chiaro e scuro, quarzo ialino, e madreperla color gold danno il tono di estrosità e giocosità alleggerendo la collana.

Anche la lunghezza della collana contribuisce a dare un tono di eleganza: i suoi 60 cm di lunghezza è quanto di più classico si può trovare. La collana in quarzo fumè arriva infatti all’altezza seno ed è indicata per abiti eleganti ma considerato che le mie creazioni sono l’espressione della mia personalità, non potevo non inserire un particolare giocoso come i ciuffi di perle che, muovendosi rallegrano l’insieme

quarzo fumè

Quello che mi piace in modo particolare in questa collana sono le varie sfumature del quarzo fumè delle perle sfaccettate (che si notano molto bene in questa foto fatta molto da vicino) che ho richiamato con le stesse variazioni di colore nelle perle rotonde dei ciuffetti chiare e scure.

Su cosa indossare la collana in quarzo fumè? Con un dolcevita chiaro nei colori bianco, beige, giallo paglierino o rosa (cipria o rosa antico) con sopra una giacca in inverno sarebbe perfetto ma se pensiamo ad un top in seta, sempre nei colori pastello di prima, e la pelle abbronzata beh… diventa sicuramente una collana per tutte le stagioni.

Collana di quarzo 

La collana di quarzo nasce nell’inverno più strano della mia vita creativa. Da quando ho scoperto questa mia passione, inconsciamente nell’utilizzo del colori per le mie creazioni, ho sempre seguito le stagioni nel senso che in primavera e in estate i colori delle pietre erano chiari e caldi, in autunno e in inverno i colori utilizzati erano sempre scuri (come il mio abbigliamento).

Quest’anno evidentemente le cose sono o stanno cambiando. A metà ottobre dell’anno scorso sono andata all’Hobby Show di Milano e, mentre vagavo nel primo giro esplorativo della fiera, mi hanno subito colpito i delicati colori di questi fili di quarzi. Quando li ho toccati nella mia mente si è subito formata l’idea della collana di quarzo a due giri con gli inserti di pietre più grandi a fare da centrale. Ho acquistato i fili e la sera successiva la collana era già fatta. Dolce, delicata ma anche d’impatto grazie alle grandi pietre in quarzo rosa, questa collana mi dà una grande soddisfazione: sa di primavera, di belle giornate, di caldo, veste molto senza essere invasiva…. insomma una delle mie collane preferite.

I primi di novembre, quando sono andata al Mondo Creativo di Bologna, ho portato con me la collana perchè avevo visto alla fiera che era presente la ditta che me li aveva venduti a Milano. Soddisfazione grandissima quando l’ho tirata fuori e i proprietari hanno riconosciuto i loro fili grezzi, facendomi i complimenti per la realizzazione della collana e meravigliandosi perchè avevo concatenato le pietre della collana di quarzo con il nodo ad orefice e….. ho preso altri 3 fili che sono in attesa della prossima idea sperando che sia vincente come questa.

girocollo con perle tensha

Il girocollo con perle tensha è la seconda versione che ho realizzato con queste meravigliose perle giapponesi che ho acquistato al Mondo Creativo di Bologna dalla mia amica Barbara di Babou.

La descrizione di queste perle e la loro realizzazione la potete trovare qui, dove potete anche ammirare la prima collana creata con questi gioielli.

Ma torniamo a questo girocollo con perle tensha: ho scelto di abbinare le perle con lo stesso disegno ma con il fondo leggermente diverso (la perla centrale e quelle ovali laterali sono rosate, quelle tonde in mezzo hanno il fondo bianco) a mezzicristalli rosa tenue concatenate con il nodo ad orefice e per completare il girocollo ho scelto di inserire un elemento in stoffa. Tre fili in materiale diverso, raso codina di topo e organza, fatti passare in un anello da legare dietro al collo. Ho studiato questa realizzazione perchè il colore chiaro della stoffa sarebbe stato da lavare prima o poi. Così i nastri si possono facilmente sfilare e lavare ma non solo: nella prima foto ho accostato i nastrini in un colore rosa tenue. In questa sotto ho abbinato i nastri negli stessi materiali ma in colore beige

tensha

Nonostante l’accostamento sia in entrambi i casi azzeccato, i due differenti colori dei nastri danno al girocollo con perle tensha una interpretazione differente: in quella con i nastri rosa la creazione risulta molto giovanile e adatta ad un abbigliamento casual. La seconda la trovo più elegante e adatta ad un abbigliamento più serio.

Voi cosa ne pensate?

parure in perle di fiume e agata

 

La parure in perle di fiume e agata è una creazione nata per una persona che, senza pormi nessun limite di colore o materiale o altro, voleva farsi il regalo di Natale.

E’ partito tutto dalla perla in agata centrale: mi piaceva l’idea di realizzare una parure che ruotasse intorno a questa perla. L’abbinamento migliore che mi è venuto in mente è stato quello con le perle di fiume. Ho scelto quelle rosate perchè quelle bianche creavano un contrasto di colore troppo forte: con queste la parure in perle di fiume e agata risulta essere più delicata. Due fili di perle , uno infilato nell’agata centrale e due che girano intorno alla perla e poi semplicemente intrecciati, formano il girocollo. 

Naturalmente in un parure non possono mancare il braccialetto e gli orecchini. Purtroppo la perla in agata era tropo grande rispetto al polso della persone che me l’aveva richiesta per poter essere inserita nel braccialetto. Così ho scelto di inserire delle perle in vetro madreperlate nello stesso colore del centrale in agata. Nel braccialetto a 3 fili, per richiamare i 3 fili del girocollo, le perle in vetro sono state inserite solo nel filo centrale, mentre negli orecchini sono state usate come chiusura del pendente. 

Una volta indossato il colore della parure in perle di fiume e agata è risultato pienamente azzeccato anche con il colore della pelle della persona che mi ha richiesto questa creazione. 

Collana con onice e giada

 

La collana con onice e giada ha una storia un po’ particolare e, visto che siamo a Natale e la storia è a lieto fine, premettetemi per una volta di essere magari un po’ retorica e sdolcinata (il che non è propriamente nelle mie corde) e lasciate che ve la racconti.

C’era una volta (si comincia sempre così no? 😉 ) un filo di onice e giada che mi guardava dal video del pc. Non mi convinceva completamente però l’ho comprato lo stesso pensando che comunque avrei potuto utilizzare le pietre per due creazioni differenti ed è finito, quasi dimenticato, in una delle mie scatole di pietra dura.

Una ventina di giorni fa frugando nelle scatole in cerca di un’ispirazione mi è capitato in mano il filo e …. ecco l’illuminazione: una mia Amica (e la A maiuscola è voluta) verso natale compie gli anni. Il filo trasformato in collana con onice e giada sarebbe stata sua e non perchè siamo abituate a scambiarci regali anzi, ma perchè, a parte che è un’amante dell’onice la sua pietra (un capricorno testardoooooooooooooo), è un’Amica di quelle che capitano molto raramente nella vita. Una persona con cui ho lavorato, chiacchierato a fiume e con cui mi sono anche scannata ma con rispetto reciproco e sempre cercando di capire l’altra, spiegandosi senza peli sulla lingua e senza giudicarsi. 

Considerato che la “persona in oggetto” crede nel karma, si può dire che questo filo, che non mi convinceva, doveva essere destinato a lei e la collana con onice e giada è già nelle sue mani 

Tanti tanti auguri Amica 😉