Crea sito

Ricette

Gnocchi ripieni = tanta pazienza … ma se ne avete per questo lavoro Lunghetto da preparare la fine ripaga della fatica.

Ingredienti:

x gli gnocchi
800 gr. di patate
200 gr. di farina
1 uovo
sale

x il ripieno
1 fetta di prosciutto cotto
fontina
burro

x il condimento
burro
salvia

Preparate gli gnocchi come al solito facendo bollire le patate, passandole allo schiacciapatate e, quando sono fredde, impastando con la farina, l’uovo e un po’ di sale.
Tagliate gli gnocchi della grandezza di una noce circa.
Nel frattempo tagliate a pezzettini piccoli piccoli il formaggio e il prosciutto. Fate tostare i pezzettini di prosciutto in un pentolino con poco burro.
Armatevi di pazienza e prendete ogni gnocco, fategli un buchino nel centro, mettete un po’ di formaggio e un po’ di prosciutto. Richiudete e formate delle palline.
Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata. Ci vorrà un po’ più di tempo perchè vengano a galla in quanto sono più grandi del normale. Quindi meglio tenere in caldo quelli che sono pronti nel forno caldo. Condire con burro fuso e salvia.
Naturalmente il ripieno può essere variato a seconda dei gusti. Speck, carciofi saltati al burro………….la vostra fantasia si può sbizzarrire e ogni volta sarà un piatto diverso!

Torta salata con verdure e formaggio

Ingredienti:

1 confezione di pasta sfoglia

250 gr. di minestrone surgelato

3 uova

1/2 bicchiere di latte

50 gr di formaggio a piacere a dadini (io ho messo una parte di toma stagionata e una parte di caciotta)

1 spicchio d’aglio

sale

pepe

olio evo

 

Far soffriggere lo spicchio d’aglio in un cucchiaio d’olio evo e aggiungere il minestrone surgelato. Far cuocere a fuoco lento e poi far asciugare bene le verdure.

In una ciotola sbattere le uova con il latte, sale e pepe. Aggiungervi le verdure e il formaggio tagliato a dadini piccoli.

Mettere in forno per circa 30/40 minuti a 200 gradi.

Io l’ho cotta il sabato e la domenica l’ho riscaldata nel forno già caldo dei cannelloni.

 

Una crema di cioccolato alle nocciole oppure la famosa …. beh lo sapete dai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ho trovato questa ricetta nel libro di Luisanna Messeri “il club delle cuoche 2”. Non laboriosa: un buon mixer è quello che serve.

Ingredienti:

150 gr. di nocciole spellate e tostate

200 gr. di cioccolato fondente

100 gr. di cioccolato al latte

100 gr. di zucchero fine

1 dl di latte intero (io uso quello di capra)

90 gr. di olio di semi di arachide (anche se penso che l’ottimo sarebbe l’olio di nocciole)

semi di una bacca di vaniglia

Mettere le nocciole nel mixer e tritarle fino a farle diventare una pasta. Aggiungere lo zucchero e continuare a frullare. Unire i due tipi di cioccolato tagliati a pezzettini e frullare ancora.

Aggiungere il latte, l’olio, i semi di vaniglia e continuare a frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Cuocete a bagno maria per un quarto d’ora, senza mai arrivare a bollore, sempre mescolando, fino ad avere la giusta consistenza. Trasferire la crema nei barattoli e conservare in frigorifero.

La torta sabbiosa è simile alla torta paradiso ma, lo dice il nome, la sensazione che si prova in bocca è quella della sabbia molto fine. Generalmente si mangia con la crema al mascarpone.

Ingredienti:
300 g zucchero semolato
300 g burro
150 g farina 00
150 g fecola
4 uova
la scorza grattugiata di un limone
i semi di mezza bacca di vaniglia
1 bustina lievito in polvere

Montare gli albumi a neve. Montare benissimo il burro ammorbidito con lo zucchero e la scorza del limone. Io l’ho fatto con il kenwood: se lo si fa con un frullino bisogna montare per almeno 10 minuti. Amalgamarvi uno alla volta i tuorli e montare ancora. A questo punto incorporare gradualmente mescolando dall’alto verso il basso la farina, la fecola e il lievito setacciati. Unire al composto le chiare montate a neve ferma continuando a mescolare dal basso verso l’alto.
Versare il tutto in una tortiera a cerniera da 24 cm imburrata e infarinata e cuocere in forno a 170° per 50-55 minuti circa, senza assolutamente aprire il forno.
Togliere dal forno. Dopo circa un quarto d’ora toglierla dalla teglia e farla raffreddare su una gratella da dolci.

Questa conserva di verdure può essere un antipasto di verdure e non solo. La mangio da quando ero piccola: mia nonna (che abitava in campagna) tutte le volte che andavamo a trovarla, ne tirava fuori un vasetto per me. Ottima come antipasto freddo, scaldata per condire un piatto di pasta o come contorno ad una bistecca. Ho inseguito mia madre per anni prima di riuscire ad avere la ricetta e finalmente l’anno scorso sono riuscita a farne 6 vasetti.

Ingredienti

4 hg di carote
4 hg di fagiolini
4 hg di peperoni (rossi e gialli)
4 hg di cipolle rosse
2 bicchieri di olio d’oliva
1/2 bicchiere di aceto bianco
4 hg di salsa di pomodoro
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di sale

Lavare bene le verdure, pelare le carote e fare tutto a pezzi.

Mettete tutto insieme in una pentola e cuocere per circa 2 ore. Nel frattempo sterilizzare i barattoli in vetro e, quando la conserva è pronta, rovesciarla nei vasetti, chiuderli e metterli a bollire per creare il sottovuoto.