Crea sito

Le scaloppine con funghi fontina e prosciutto sono spesso presenti sulla mia tavola perchè piacciono molto e sono veloci da preparare.

Ingredienti (x 4 persone):
4 fettine sottili di fesa di tacchino
4 fettine sottili di prosciutto cotto
4 fettine sottili di fontina
1/2 kg. di funghi a vostra scelta (con i porcini è superbo!!!)
burro
olio
sale
prezzemolo
1 spicchio d’aglio

Far soffriggere l’aglio nell’olio, aggiungere i funghi, salare e lasciare cuocere fino a cottura. Aggiungere un po’ di prezzemolo tritato.
Sciogliete una noce di burro in una padella e fate soffriggere le fettine di tacchino da entambi le parti e salate. Togliete dal fuoco, mettere un po’ di funghi, una fetta di formaggio e una di prosciutto su ogni fettina di carne. Rimettere la padella sul fuoco molto basso, coprite e lasciate cuocere lentamente fin quando il formaggio si scioglie.

Una crema di cioccolato alle nocciole oppure la famosa …. beh lo sapete dai!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ho trovato questa ricetta nel libro di Luisanna Messeri “il club delle cuoche 2”. Non laboriosa: un buon mixer è quello che serve.

Ingredienti:

150 gr. di nocciole spellate e tostate

200 gr. di cioccolato fondente

100 gr. di cioccolato al latte

100 gr. di zucchero fine

1 dl di latte intero (io uso quello di capra)

90 gr. di olio di semi di arachide (anche se penso che l’ottimo sarebbe l’olio di nocciole)

semi di una bacca di vaniglia

Mettere le nocciole nel mixer e tritarle fino a farle diventare una pasta. Aggiungere lo zucchero e continuare a frullare. Unire i due tipi di cioccolato tagliati a pezzettini e frullare ancora.

Aggiungere il latte, l’olio, i semi di vaniglia e continuare a frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Cuocete a bagno maria per un quarto d’ora, senza mai arrivare a bollore, sempre mescolando, fino ad avere la giusta consistenza. Trasferire la crema nei barattoli e conservare in frigorifero.

Cintura perle di corniola o collana lunga? Questa collana è stato un esperimento. Lunga lunga può anche essere portata come cintura. Mi piacevano molto questi “sassi” di pietra dura: dello stesso “taglio” ho anche un po’ di ametista, quarzo ialino e quarzo citrino. Chissà cosa ne verrà fuori????????

cintura in perle

La corniola è una varietà molto nota di calcedonio. La sua colorazione più pregiata è quella di un rosso-arancio, il rosso della corniola è dovuto alla presenza di ossidi di ferro, mentre le tonalità più chiare sono da attribuirsi all’idrossido di ferro. Se si sottopone il minerale ad un leggero riscaldamento, il suo colore diventa più intenso.

La durezza è 7 della scala di Mohs, come per tutti i quarzi, e questo fatto la rende molto adatta ai lavori di incisione oltre che alla produzione di sfere di collane.

Per gli antichi Egizi la corniola, era il rosso simbolo della vita: legata a precise pratiche religiose, aveva il compito di accompagnare i defunti durante il viaggio verso l’aldilà, per questo la gemma adornava anche il prezioso pettorale funerario del faraone Tutankhamon. In corniola poi venivano scolpiti molti animali sacri come l’ariete di Amon ed il falco Horus (simbolo del sole). Nel Buddhismo è uno dei sette tesori, simboleggia la saggezza.

I giacimenti più noti anticamente, sfruttati già dai Romani, erano quelli situati in Arabia, India e in Persia. Attualmentela corniola si estrae nello stato brasiliano di Rio Grande do Sul e in Uruguay.

La torta sabbiosa è simile alla torta paradiso ma, lo dice il nome, la sensazione che si prova in bocca è quella della sabbia molto fine. Generalmente si mangia con la crema al mascarpone.

Ingredienti:
300 g zucchero semolato
300 g burro
150 g farina 00
150 g fecola
4 uova
la scorza grattugiata di un limone
i semi di mezza bacca di vaniglia
1 bustina lievito in polvere

Montare gli albumi a neve. Montare benissimo il burro ammorbidito con lo zucchero e la scorza del limone. Io l’ho fatto con il kenwood: se lo si fa con un frullino bisogna montare per almeno 10 minuti. Amalgamarvi uno alla volta i tuorli e montare ancora. A questo punto incorporare gradualmente mescolando dall’alto verso il basso la farina, la fecola e il lievito setacciati. Unire al composto le chiare montate a neve ferma continuando a mescolare dal basso verso l’alto.
Versare il tutto in una tortiera a cerniera da 24 cm imburrata e infarinata e cuocere in forno a 170° per 50-55 minuti circa, senza assolutamente aprire il forno.
Togliere dal forno. Dopo circa un quarto d’ora toglierla dalla teglia e farla raffreddare su una gratella da dolci.

Un filo di quarzi: per una volta voglio mettere anche le foto di come sono i fili di pietra dura quando mi arrivano a casa. Come si può vedere sono perle infilate in un cordoncino di plastica e nient’altro. E qui viene il bello. Aspettare l’ispirazione per trasformare quel filo di perle in una collana e non sempre questa arriva nel breve periodo. Spesso il filo rimane a “nanna” nella scatola  per un po’ di tempo fin quando, spesso appena prima di addormentarmi, ecco che arriva l’idea.

Queste pietre sono tutti quarzi: quello trasparente è quarzo ialino, quello giallino è quarzo citrino, quello viola è quarzo ametista.

Basta un po’ di fantasia e questo filo si trasforma in una collana. In questo caso ho concatenato i quarzi nei gruppi di colore e ho messo qualche maglia di catena per dividerli e per un effetto più leggero. Ecco come anche delle pietre semipreziose che sembrano “sassolini” vengono valorizzati e acquistano carattere.

quarzi