Crea sito

collana di ematite

La collana di ematite è nata quando mi è stata chiesta una collana scura/nera. Devo dire che quando mi chiedono un bijoux e mi lasciano libera di creare quello che la mia fantasia vuole esprimere è il momento che preferisco.

Solitamente chiedo almeno di che lunghezza si vuole la collana e se ci sono pietre particolari che si vogliono inserite nella collana e poi….. libero la fantasia.

In questo caso la richiesta era una collana nera e di nero, o per meglio dire grigio molto scuro, mi è venuta in mente subito l’ematite. Devo dire che l’ematite, benchè sia una pietra molto bella ed elegante, purtroppo è molto pesante e ho cercato di alleggerirla. Infatti nella collana di ematite prima di tutto ho inserito, tra una perla e l’altra, delle piccole perline argentate e poi ho inserito due elementi argentati per parte che la alleggeriscono sia da un punto di vista fisico che visivo. Completa il tutto il bracciale e gli orecchini per creare una parure.

Per dare più carattere alla collana in ematite ho inserito degli intercalari in cristalli colorati. Ecco il particolare dei cristalli inseriti tra le perle di ematite.

collana di ematite 2

collana in madreperla

La collana in madreperla è il mio saluto per le ferie. L’ho creata apposta per metterla in valigia: mi piace molto il colore dorato delle perle in madreperla e delle perle di fiume. Era da tempo che avevo acquistato le perle di fiume color oro e non avevo ancora trovato l’idea giusta per usarle.

Quando ho visto le perle di madreperla dello stesso colore ho subito pensato di abbinarle alle perle ma mi mancava ancora qualcosa per rendere completa la collana: mancava qualcosa che staccasse, che facesse risaltare il colore oro ma che non appesantisse la creazione.

Ho trovato tutto quello che mancava alla mia collana in madreperla nelle perle bianche martellate che illuminano tutta la creazione e nelle perle rettangolari e forate, anche loro di madreperla, che danno movimento alla collana. Ho concatenato tutto con nodo ad orefice alternando colori e forme.

Trovo che sia una creazione solare, vivace, perfettamente intonata con questa stagione calda e indicata per l’abbigliamento che portiamo in questa stagione. Se poi penso alla partenza per il mare, mi vedo già sfoggiare questa collana in madreperla la sera, sul lungo mare mentre mi mangio un bel gelato.

Con questo vi auguro buone ferie e ci vediamo a settembre con nuove creazioni.

girocollo in cristalli

Il girocollo in cristalli nasce a Bologna in occasione della fiera della creatività Mondo Creativo.

Mi piace andare alle fiere e ormai ho una tecnica tutta mia per visitarle. Per prima cosa faccio il giro di tutta la fiera cercando di cogliere quello che più mi interessa e memorizzando quello che mi colpisce. Poi rifaccio il giro più volte per controllare i prezzi: infine i giri definitivi per gli acquisti. Inutile dire che mi serve tutta la giornata e non sempre trovo qualcosa che mi piaccia. Però è comunque divertente girare tra i vari stand.

Per tornare al nostro girocollo in cristalli, mentre giravo tra gli stand a Bologna, mi avevano colpito i colori pastello di questi cristalli: erano esposti in gradazione, tra cui colori anche più scuri, e la tentazione di un girocollo torchon nei tenui colori pastello mi tentava. Ho acquistato i fili di cristalli e l’idea iniziale era di mettere una chiusura particolare.

Stavo già pensando a che chiusura utilizzare tra quelle che ho in casa (pensavo ad un fiore di madreperla) quando ho visto per caso il centrale in resina che richiamava tutti i colori dei cristalli che avevo acquistato e qualche colore più scuro per il contrasto.

A casa ho montato il girocollo in cristalli utilizzando anzichè una chiusura importante, il centrale in resina e una semplice chiusura a gancio.

Ed ecco un fresco girocollo in cristalli adatto per le sere d’estate con le scollature o le spalle scoperte.

girocollo in tormalina

Il girocollo in tormalina e agata verde era un abbinamento che da un po’ di tempo volevo realizzare. Mi piace l’accostamento dei tanti colori della tormalina con questa tonalità di verde brillante dell’agata verde.

La tormalina è una delle pietre che mi piacciono di più ma, purtroppo, è estremamente cara. Non sto ad annoiarvi con le sue componenti anche perchè ci vorrebbe una laurea in chimica per capirci qualcosa (se proprio volete vi lascio il link dell’enciclopedia Treccani dove si parla della tormalina ): l’unica curiosità che vi dico riguarda il suo nome. Pare che derivi da una parola cingalese “turmali” che significa “pietra mista di colori”: infatti è la pietra che più di ogni altra si può reperire in natura in una moltitudine di colori e sfumature diverse e, a seconda del colore, si identificano varie specie.

Penso che l’abbinamento delle due pietre in questo girocollo in tormalina sia un ottimo equilibrio in quanto la tormalina fa risaltare il verde dell’agata e l’agata fa risaltare i molti colori della tormalina. Anche il fatto che sia un torchon e che quindi le pietre si mescolino, contribuisce a bilanciare la creazione.

Per dare una nota di particolarità al girocollo in tormalina, ho deciso per una chiusura grande portata appositamente su un lato: un girocollo indicato per l’estate per i suoi tanti colori e per la freschezza data dal colore verde dell’agata.

collana con ametista

La collana con ametista e quarzo citrino non è stata una delle realizzazioni più semplici di tutte le creazioni che ho presentato fino adesso. Era da tempo che mi frullava per la testa di accostare queste due pietre per il loro colore che ritengo si fonda particolarmente bene e, in più, anche la forma delle perle sembrava fatta apposta per essere abbinata una all’altra ma non riuscivo a trovare la sequenza giusta per equilibrare la collana con ametista.

Non so quante volte ho cambiato la sequenza e non so quante volte ho messo via il sacchetto con le pietre senza aver trovato il motivo giusto però sono fatta così: finchè la creazione non mi dà una sensazione di soddisfazione non la realizzo. Equilibrare il viola dell’ametista e il giallo del quarzo citrino sembrava un’impresa impossibile.

Quando una sera ho per caso inserito le perle di fiume leggermente rosate tra le perle di quarzo citrino finalmente ho provato quella sensazione che mi ha fatto completare la collana con ametista e quarzo citrino in 10 minuti, giusto il tempo di infilare la sequenza in un cavetto di acciaio e mettere la chiusura.

Nonostante la forma delle perle di pietra dura non sia regolare, forse per la presenza delle perle o per l’accostamento di colore, ritengo che la collana sia una creazione molto elegante da portare sicuramente su una camicetta bianca per esaltarne il colore.