Crea sito

Mese: Giugno 2011

bianco nero

Per questo girocollo bianco nero ho lasciato da parte la pietra dura ed ho utilizzato le perle di vetro. Notoriamente l’accostamento bianco nero è sinonimo di eleganza e, anche questa volta, nonostante le perle siamo grandi, il risultato è elegante. Da portare sia su un abbigliamento serio che sportivo.

 

Ciondoli swarovski

I ciondoli swarovski …. ecco la passione di mio marito: gli swarovski. Gli piacciono perchè luccicano. Effettivamente è difficile trovare dei cristalli che riflettono come gli swarovski. Gli accostamenti dei colori sono stati studiati in collaborazione con mio marito: essendo un pittore se non ci capisce lui di colori chi altro????????

I ciondoli swarovski sono piccole palline formate con i bicono swarovski intrecciate e appese alla catenella con chiodini: sono semplici da realizzare. Con un po’ di manualità e seguendo uno schema, chiunque può riuscire a creare questi piccoli gioielli.

 

perle grigie

Questo girocollo in perle grigie, insieme a quello in perle bianche e nere che vi ho presentato qui, sono un must che non può mancare tra i bijoux di una donna. Le perle hanno sempre un effetto raffinato. Le perle grige sono, secondo me, poco utilizzate forse perchè nell’immaginario di tutti la perla deve essere bianca, ma a me piace moltissimo.

Il girocollo è stato realizzato con perle grige e perle color oro lavorate a filigrana e può essere accostato sia ad abbigliamenti eleganti che sportivi.

Girocollo

Il girocollo in perle veneziane e perle di fiume è uno dei primi bijoux che ho creato: delicato sia nei colori che nel materiale che lo compongono. Un mix di perle di fiume e perle in vetro nei toni del rosa e in forme diverse, con piccoli cristalli tra le perle di fiume che non si notano a prima vista ma danno più luce al girocollo.

Ritengo fondamentale la scelta delle perle di fiume dalla forma allungata e non tonda in quanto danno più leggerezza al girocollo perchè sembrano essere un semplice filo interrotto dalle perle veneziane di una discreta grandezza e, in più, non solo  fanno risaltare la bellezza in se delle perle veneziane ma ne accentuano il colore e la forma.

 

tormalina

Il girocollo in tormalina e agata è stato realizzato con chips di tormalina mentre il pendente è in agata inserito nel girocollo con un anello in tormalina.

Bizzarra, imprevedibile, multiforme: la tormalina è una delle gemme più singolari esistenti in natura.

Il nome deriva – per corruzione – dal singalese Turamali.

Chimicamente è classificata come un silicato isomorfo di composizione complessa, con ferro, magnesio, litio … Ha durezza elevata (7,5 della scala Mohs) e lucentezza vitrea da trasparente a traslucida. Numerose sono le specie. Tra queste, le principali sono la Sciorlite, la Dravite, l’Ebaite e la Liddicoaite. Di queste ultime due, esistono numerose varietà tra cui la Rubellite, Siberite, Indicolite e Verdeite.

Nell’antichità l’uso delle tormaline come gemme è stato piuttosto limitato e sporadico. Furono tuttavia commerciate sia nel Medio Oriente che nell’area Mediterranea. Celebre è l’intaglio di tormalina raffigurante Alessandro Magno come Giove Ammone, che si conserva ad Oxford.  (testo tratto da http://www.Gemmyx.com)