Crea sito

Mese: Dicembre 2011

lapislazzuli

 Il girocollo in lapislazzuli è una di quelle collane che non necessità di creatività per essere realizzata. Quando mi è capitato di acquistare questo filo di lapislazzuli ho pensato che mi mancava una collana classica sui toni del blu, semplice fine ed elegante. L’ho semplicemente infilata sul filo: L’unica aggiunta che mi sono permessa sono le perline d’argento tra le pietre per farle risaltare di più.

Il lapislazzuli (meno comune lapislazuli) è una delle pietre preziose considerate tali da più tempo nella storia. La storia di questa gemma risale al V millennio a.C., fu molto usata per la fabbricazione dei gioielli trovati nelle tombe faraoniche in Egitto. Ricordiamo che anche ai tempi di Giotto, il lapislazzuli era impiegato per ottenere il colore blu, colore principale dell’opera del pittore nella cattedrale di Assisi.

pietra dura

Per questa collana con chips di pietra dura ho preso una catena abbastanza larga e distanziandoli, ho inserito in ogni pietra un chiodino e ho fatto un anellino lasciandolo leggermente aperto, ne ho inseriti 3 ogni maglia della catena chiudendo l’anellino per formare tanti ciuffetti colorati e diversi. Invece nella parte finale ho lasciato le pietre singole in ogni anellino della catena. 

Parure in perle

In questa parure in perle stardust quello che mi piace di più è la lavorazione delle perle: bellissima e riflettono molto la luce. Avevo delle perle stardust color argento “lisce” e lavorate e ho pensato di alternarle in questa parure. Tra una e l’altra dei tubetti che formano una curva. Semplicemente infilate in un cavetto danno un risultato elegante e il tubetto muovendosi crea un bellissimo movimento.

Ecco un particolare in cui si vedono bene i due tipi di perle e la loro luce.

stardust