Crea sito

Mese: Aprile 2012

Oggi vi presento una collana lunga in agata bianca da portare in due modi: o doppia oppure con un bel nodo nel centro. 

Ho abbinato alle pietre di agata bianca in varie forme, le perle di fiume bianche inframmezzate da elementi color argento rotondi e ovali. 

agata bianca

E’ una collana molto particolare: ho scelto di inserire tre forme diverse di agata bianca. Troviamo dei rettangoli, pastiglie piatte e perle tonde. Ho creato delle sezioni dedicate alle varie forme intervallati da link di metallo argentato e catenelle. In più ho inserito, sempre nel colore del  bianco, delle perle di fiume.

Il tutto da movimento alla collana ma la rende molto versatile. Poichè si indossa almeno a due giri, è possibile avere una collana sempre diversa a seconda di come la si gira: possiamo dare la preferenza all’agata bianca o alle perle di fiume oppure alla mescolanza dei due componenti. Anche i link, di forma diversa, contribuiscono alla varietà della collana.

Elegante? Sportiva? Decidete voi. Questo bijoux è indicato su tutti i tipi di abbigliamento: dall’elegante lavorativo al jeans sportivo a cui dà un tocco di leggera serietà.

Un girocollo in ametista e cristallo è il bijoux che vi presento oggi. Avevo delle perle di cristallo sfaccettate il cui colore era perfetto da abbinare all’ametista. Così ho utilizzato i chips di ametista arrotondati che danno l’impressione di piccole perle, piccole perle in filigrana argentata per spezzare la continuità del colore, perle di ametista tonde e le grandi perle di cristallo sfaccettate le cui sfumature e luce illumina tutto il girocollo. Nonostante nel girocollo in ametista e cristallo la pietra è in numero maggiore, le dimensioni delle perle in cristallo le fanno risaltare dall’insieme. 

ametista e cristallo

Il diaspro è la pietra protagonista del torchon che vi presento oggi.

diaspro

La bellezza del diaspro è la sua moltitudine di colori. Queste perle sono da 4 e da 6 mm, quindi decisamente piccole, ma tutte di colori diverse. Tre fili arrotolati su se stessi da portare a girocollo per questa primavera che, speriamo, si decida ad arrivare presto. 

Una curiosità da wikipedia: “Nella Grecia classica, il diaspro era ritenuto capace di allontanare alcuni fantasmi, tra i quali l’Empusa. Ne parlano Porfirio (Quaestionum Homericarum ad Odysseam pertinentium reliquiae X 323ss.) e Eustazio (ad Od. I 382). Tale minerale costituiva le ricche collane dei druidi nelle popolazioni galliche.”