Crea sito

Perle veneziane e vetro

portacandele tiffany 2

Il portacandele Tiffany è il risultato del corso a cui ho partecipato la scorsa domenica all’Hobby Show di Milano, tenuto da Laura di Sottovetro. E’ la seconda volta che partecipo a questo corso e la tecnica Tiffany mi piace sempre di più. La volta scorsa il corso era sulla realizzazione di pendenti con la tecnica Tiffany.

I primi oggetti che vengono in mente quando si parla di Tiffany sono le famose lampade in vetro colorato realizzate nei primi anni del 900 da Louis Comfort Tiffany che ha applicato questa tecnica anche a meravigliose vetrate.

Come vi dicevo, nel primo corso abbiamo realizzato 3 pendenti: quello che ho capito è che non è una tecnica difficile se si tratta di realizzare piccoli pezzi ma ci vuole molta pazienza e precisione nel posizionare il rame che permette la saldatura dei vari pezzi di vetro. La parte più complicata però è il taglio del vetro: ci vorrà molto esercizio per riuscire a tagliarlo dove e come voglio io ma, come in tutte le cose, la pratica è essenziale per imparare.

Questi sono i pendenti che avevo creato: si vedono tutte le imperfezioni del taglio e del posizionamento del rame ma vedere nascere dalle mie mani dei pezzi con questa tecnica che credevo irraggiungibile non ha prezzo

portacandeletiffany 3

In questo corso, leggermente più avanzato del primo, ho realizzato un portacandele Tiffany in cui la difficoltà maggiore era quello di saldare nelle 3 dimensioni. Devo dire che il risultato mi soddisfa anche se è solo la seconda volta che utilizzo questa tecnica e sicuramente continuerò a provare per poterla affinare.

Ed ecco il portacandele tiffany finito

portacandele tiffany 1

portacandele tiffany

Perle di cotone

Le perle di cotone sono formate, come dice la parola, da cotone pressato e poi laccate per dare l’oriente che le contraddistingue. Sono leggerissime e vi posso garantire che fa quasi impressione tenerle in mano: sembrano senza consistenza.

Per questa collana ho scelto di abbinare le perle di cotone a perle in vetro veneziane e elementi argentati. Per quanto riguarda i colori ho scelto delle tonalità che richiamassero quelli delle perle in vetro e li ho alternati in modo diverso per movimentare la collana. Naturalmente ho utilizzato il nodo ad orefice per collegare le perle di cotone per fare movimento.

Nonostante la notevole lunghezza, la collana risulta molto leggera e proprio per questo motivo ho scelto di portarla con un giro aderente al collo che non da fastidio.

collana in perle rosate

La collana in perle rosate è stata creata per una persona che mi aveva chiesto un bijoux da abbinare ad una camicetta che aveva appena comprato e non sapeva cosa metterci.

Mi sono fatta mandare la foto per avere un’idea dei colori della camicetta: devo dire che quando l’ho vista a momenti mi mettevo la mani nei capelli. Il tessuto era un voile, quindi leggerissimo e il disegno erano fiori nelle tonalità di rosa più o meno scure su uno sfondo grigio perla. Sinceramente mi ha messo un po’ in crisi: la collana avrebbe dovuto essere leggera ma allo stesso tempo doveva risaltare tra le pennellate di colore della camicetta e, naturalmente, doveva abbinarsi ai vari colori.

Ho pensato che la soluzione migliore fosse prendere un solo colore come riferimento: il rosa. Le perle in vetro madreperlate color rosa baby e ciclamino mi hanno dato la “lucentezza” necessaria per far risaltare la collana in perle rosate tra le pennellate grigie.

Per dare il senso di leggerezza ho scelto di costruire la collana a blocchi: gruppi di perle e parti in catena si susseguono lungo tutta la collana che è abbastanza lunga da essere portata a due giri. Insieme alla collana ho realizzato anche il braccialetto abbinato. Ed ecco la collana in perle rosate indossata: la foto è un po’ piccola ma per la privacy ho tagliato tutto ciò che avrebbe potuto ricondurre alla persona.

camicia

quarzo rosa e perle di murano

 

Quarzo rosa e perle di Murano sono l’accostamento della collana che vi presento oggi. Ogni tanto mi piace mescolare questi due tipi di perle così diversi ma ugualmente bellissimi.

La difficoltà maggiore che ho trovato nel riuscire ad mescolare in modo armonico due materiali così diversi in questa collana, credo che siano stati soprattutto i colori. Volevo far risaltare sia le perle di Murano così variegate, che la pietra dura che avrei accostato e soprattutto riuscire a non scadere nell’eccessivo. La cosa che mi ha convinto nell’utilizzo del quarzo rosa è stata la sensazione di completezza che si è creata ai miei occhi quando ho accostato le varie perle. Le diverse forme sia del quarzo rosa che delle perle di Murano danno movimento alla collana. Inizialmente avevo pensato di inserire tra le pietre, dei cerchi in metallo argentato, ma durante la realizzazione mi sono accorta che la distanza tra le varie perle faceva “disperdere” l’accostamento e ogni perla risultava come fosse a se stante mentre io volevo proprio che fosse l’insieme delle perle, il protagonista della collana. Quarzo rosa e perle di Murano così montate mi hanno dato la sensazione voluta. 

quarzo e perle

pendente per foulard

 

Il pendente per foulard è un accessorio adatto alla stagione autunnale. Quando arrivano i primi freddi viene naturale tirare fuori dal cassetto qualcosa per proteggersi la gola e non solo: il foulard diventa un accessorio che completa un outfit. Ho pensato che sarebbe stato piacevole unire l’utilità del foulard alla bellezza di un accessorio che lo rendesse più prezioso. Ed eco il pendente realizzato con una perla in corniola passante e, come pendenti, perle in cristallo, corniola, agata e perla di murano tutte nei toni del marrone. 

Pendente

Naturalmente questo pendente per foulard si può adattare a tutti i colori cambiando le perle in pietra dura e i cristalli abbinati e, con un po’ di fantasia, si può variare il modo di indossare il foulard e trovare combinazioni differenti

fourard

Se invece vi piacesse di più l’idea di indossare una pashmina vi metto i link di quelle che avevo realizzato con perle di fiume e quella in corniola. Le potete trovare qui e qui