Crea sito

Perle di cotone

Le perle di cotone sono formate, come dice la parola, da cotone pressato e poi laccate per dare l’oriente che le contraddistingue. Sono leggerissime e vi posso garantire che fa quasi impressione tenerle in mano: sembrano senza consistenza.

Per questa collana ho scelto di abbinare le perle di cotone a perle in vetro veneziane e elementi argentati. Per quanto riguarda i colori ho scelto delle tonalità che richiamassero quelli delle perle in vetro e li ho alternati in modo diverso per movimentare la collana. Naturalmente ho utilizzato il nodo ad orefice per collegare le perle di cotone per fare movimento.

Nonostante la notevole lunghezza, la collana risulta molto leggera e proprio per questo motivo ho scelto di portarla con un giro aderente al collo che non da fastidio.

collana a fiori

Strano per le mie creazioni ma la collana a fiori non è in pietra dura o perle di vetro o swarovski o altro materiale a me abituale ma in perle di resina smaltata e non solo: i fiori non sono proprio la forma che più mi ispira nella creazione delle mie collane infatti le poche che ho fatto, sono state quelle realizzate con le perle tensha. Però, come in questo caso, ci sono delle perle che stimolano la mia fantasia tanto da trasformarsi in collana.

Queste perle mi sono arrivate in regalo dalla Perles & co. per un ordine fatto e, in un primo momento, le avevo accantonate proprio per il materiale di cui erano formate. Poi, riprendendole in mano, ha cominciato a farsi strada nella mia testa l’idea di questa collana a fiori.

L’idea è stata quella di unire i fiori in resina ad una catena abbastanza grande ma semplice tanto da creare il giusto contrasto ed equilibrio tra le dimensioni delle perle con quelle degli anelli della catena. Abbinando due fiori vicini a uno singolo e alla catena ho ottenuto il giusto equilibrio che cercavo per realizzare la collana a fiori.

Portatovaglioli di jeans

I portatovaglioli di jeans sono un’idea semplice e veloce per riciclare i pezzi di stoffa che si tagliano quando si accorciano i pantaloni. 

Cosa vi serve?

orli di pantaloni accorciati
bordini
bottoni diversi

Nel mio caso ho utilizzato gli scarti dei jeans accorciati di mio marito. Ho tagliato in misura tutti uguali i pezzi di stoffa, gli ho cucito un bordino lungo tutto l’orlo e ho messo un bottone diverso per ogni portatovaglioli di jeans in modo da distinguerli, così ognuno avrà il proprio.

Piccolo trucchetto: essendo ancora abbastanza a digiuno di cucito e soprattutto di utilizzo della macchina da cucire ed essendo abbastanza allergica alle imbastiture, per fissare il bordino prima di cucirlo ho utilizzato la colla per tessuti. Dopo aver incollato il bordino è stato un gioco da ragazzi cucirlo con la macchina da cucire.

collana in cristallo

La collana in cristallo mi è stata richiesta da una collega che non aveva nessun bijoux da indossare su un maglione di color beige alquanto anonimo.

Devo dire che non è la prima volta che questa collega mi chiede di farle una collana e i suoi gusti non solo sono fortunatamente simili ai miei ma si fida di quello che potrei creare quindi non mi mette limiti.

Ho portato varie pietre sui toni del marrone per vedere come avrebbero potuto abbinarsi al maglione in oggetto ma tutte non risaltavano abbastanza. L’unica pietra che avrebbe potuto andare bene era la corniola ma ha già una collana di questa pietra. Avevo bisogno di pietre luminose per farle risaltare sul beige anonimo e mi sono venuti in mente i mezzi cristalli: appoggiati sul maglione si sono rivelate la scelta giusta. Ho scelto quattro gradazioni di colore sui toni del marrone unite con nodi ad orefice e ho intercalato elementi color argento a forma di fiore per dare movimento alla collana in cristallo.

I mezzi cristalli sono perline di vetro sfaccettate a macchina e poi messe in una fornace elettrica per ammorbidire e rendere meno acuti i bordi delle facce, e dare al vetro la brillantezza. Si chiamano mezzi cristalli perché queste perline assomigliano a un cristallo sfaccettato. A differenza del cristallo, però, i mezzi cristalli non contengono piombo. I mezzi cristalli sono originari della Boemia (Repubblica Ceca), e a distanza di 200 anni i mezzi cristalli cechi sono ancora considerati i più pregiati. La Repubblica Ceca non è l’unico produttore: alcuni stampi cechi sono stati comprati da Indiani che hanno iniziato una loro produzione, ma la qualità del vetro delle perline indiane è inferiore al vetro ceco. Una caratteristica peculiare dei mezzi cristalli cechi è che più è grande la perlina e più intenso è il colore. Le forme più comuni sono tonde, a rondelle, oblunghe, a bicono, a cilindro, a goccia, ma ne esistono davvero tante, anche molto particolari e fuori dal comune. I mezzi cristalli si trovano in moltissime finiture tra le quali: l’Aurora Borealis, finiture metalliche, finiture perlacee, finitura lucente o con un effetto ghiaccio. (cit. wikipedia)

La marcia in più di questa collana in cristallo è che i colori si abbinano benissimo non solo sul beige ma su tanti altri colori: infatti quando gliel’ho consegnata l’ha indossata subito su una camicetta in jeans e devo dire che stava molto bene.

collana in corallo

La collana in corallo bambù è una creazione dedicata all’estate che sta per arrivare.

Naturalmente come in quella che vi ho presentato qui, è realizzata in corallo bambù, una pianta marina che, opportunamente trattata e colorata, assomiglia tantissimo al corallo vero.

I due fili sono rimasti a lungo nella scatola perchè non sapevo come utilizzarli: volevo qualcosa di speciale per una collana in corallo, non il semplice filo che comunque è molto bello ma che trovo noioso.

L’idea di utilizzare il connettore con swarovski in color argento è stata la soluzione che cercavo. Ho infilato in un cavetto la parte superiore e ho utilizzato un moschettone per chiudere la collana. Per il pendente invece ho concatenato a rosario e perle cercando di equilibrare la lunghezza totale della collana. Così realizzato il pendente dà leggerezza a tutta la creazione.