Crea sito

Pietra dura

cristalli rossi

Cristalli rossi, corallo bambù e swarovski per la prima creazione del 2015.

Questa collana è nata ieri mentre ascoltavo il Concerto di Capodanno da Vienna: l’allegria che mi trasmetteva e la voglia di sperare che quest’anno sia sempre megliore dell’anno che è appena passato, mi ha ispirato una collana naturalmente rossa, colore che nella nostra tradizione, porta fortuna.

Ho scelto i cristalli rossi perchè sono brillanti e li ho abbinati al corallo bambù per avere un contrasto di materiali. Per finire piccoli biconi swarovski, alternati alle altre perle, per dare luce a tutta la collana e ancora più brillantezza: a chi non piace avere qualcosa di brillante a Capodanno? Ho infilato tutte le perle su un cavetto d’acciaio.

Prima che il concerto finisse la collana con i cristalli rossi era terminata e pronta per essere indossata come porta fortuna per l’anno nuovo e naturalmente, vi auguro che il vostro 2015 sia meraviglioso.

braccialetto in onice

Il braccialetto in onice è un’altra mia creazione in collaborazione con House of gem. Quando ho cominciato a guardare nel loro sito sono rimasta subito colpita da queste bellissime pietre in onice con gli inserti in cristalli: sono classiche e particolari nello stesso momento e anche molto eleganti. Ho quindi pensato di abbinarle a perle in madreperla e, per dare ancora più luce al bracciale in onice, ho inserito degli intercalari con cristalli.

Per il braccialetto in onice vi serve (il materiale è per un braccialetto per un polso di 16 cm.: se il vostro fosse più grande aumentate in numero pari il numero delle perle in madreperla):

3 perle in onice con cristalli
2 intercalari con cristalli da 6 mm
16 perle in madreperla da 8 mm
1 perla in madreperla da 6 mm
cavetto in acciaio ricoperto
2 schiaccini
2 coprischiaccino
1 catenella da allungamento
3 anellini aperti
un moschettone

braccialetto in onice 1

L’esecuzione è semplice: inserite uno schiaccino e un coprischiaccino da un lato del cavetto e chiudete il coprischiaccino. Cominciate ad inserire 8 perle in madreperla e poi quelle in onice, inserendo gli intercalari in cristallo.

braccialetto in onice 2

Dopo le perle in onice continuate con le perle in madreperla e chiudete con coprischiaccino e schiaccino.

A questo punto inserite da un lato un anellino e il moschettone e, se siete sicure della misura, un anellino dall’altra parte. Se invece avete dei dubbi vi consiglio di inserire una catenella di allungamento e, per renderla più elegante, ad una estremità inserite una perla in madreperla più piccola.

braccialetto in onice 3

Inseritelo dalla parte del braccialetto in onice opposto a quello del moschettone e ……………….. indossatelo!!!!

girocollo in agata viola

Il girocollo in agata viola che vi presento oggi nasce dall’unione di grandi perle, che formano la parte centrale, a perle sfaccettate che formano il resto del bijoux.

Sarà che sono un po’ fissata con la luminosità, fatto sta che tra le grandi perle di agata viola ho inserito degli swarovski color cristallo. Provate ad immaginare il girocollo senza gli swarovski: risulterebbe troppo pesante perchè le perle sarebbero tutte attaccate e non si noterebbe neanche la forma ovale del centrale rispetto a quella tonda di quelle laterali.

Per il resto del girocollo in agata viola ho usato perle sempre in agata viola ma sfaccettate e leggermente cracklè unite tra di loro con nodo ad orefice.

La lunghezza invece si è “decisa da sola”….. nel senso che all’inizio avevo pensato ad una collana lunga ma, provando ad indossarla mentre la creavo, mi sono accorta che questa del girocollo era la lunghezza esatta per far risaltare le perle in agata viola centrali e non rendere troppo pesante tutto il bijoux.

sciarpina perle e agate

La sciarpina ogni tanto ritorna nelle mie creazioni un po’ perchè mi piace proprio l’idea della collana annodata sul davanti, un po’ perchè è una creazione molto versatile, infatti si può realizzare con tantissimi materiali e tantissimi abbinamenti.

Questa volta ho scelto di abbinare le agate che avevo comprato al mare (qui potete vedere il mio bottino al mercato di Follonica… le agate che ho utilizzato sono in basso nella foto) alle perle d’acqua dolce: ho infilato le perle in un cavetto d’acciaio, intervallate da piccole perle color argento, e le ho alternate alle agate legate tra di loro con nodo ad orefice.

L’effetto di questa sciarpina mi piace moltissimo: l’oriente delle perle viene esaltato da tutti i colori delle agate e queste alleggeriscono la “serietà” della collana. Così posso indossarla sia con abbigliamenti eleganti sia con abbigliamenti sportivi e, in inverno, dà un tono di allegria ai miei houtfit scuri.

Ecco l’effetto della sciarpina legata sul collo espositore

sciarpina perle e agate 1

collana lunga in pietra dura

La collana lunga in pietra dura è una creazione nata per caso. Avevo finito un’altra collana e, come al solito, avevo materiale sparso ovunque (sono una persona molto ordinata!!!). Mentre cominciavo a mettere a posto mi è scappato l’occhio verso tutte le perle che avevo in giro e ho notato che tutti quei colori stavano bene insieme. Si trattava di dare un senso a tutte quelle perle. Nasceva così la collana lunga in pietra dura.

La pietra del sole, l’occhio di tigre, l’onice e i cristalli azzurri li ho intervallati con perle di fiume legate tra di loro con nodo ad orefice, e per alleggerire l’insieme ho unito le sequenze di perle con una doppia catenella molto fine inframmezzata a piccole perle in corniola e cristalli trasparenti.

Il risultato è una lunga collana, da portare almeno a due giri: una collana che da sola veste molto e quindi il modo migliore di indossarla è un abbigliamento semplice. In inverno un dolcevita in contrasto di colore, in estate ci vedo una semplice camicetta bianca.